Adrara San Rocco in festa!
Home arrow Ambiente arrow Contrade arrow Contrada "Forno"
Contrada "Forno" Stampa E-mail
Antico borgo medievale, clicca sul titolo per i dettagli.
Antico borgo medievale, presenta ancora alcune tracce di travertino su vecchie finestre a livello della strada. La sua toponomastica è a tutt'oggi ancora ignota benché si suppone proveniente da vecchie tradizioni legate alla produzione del pane casereccio in grandi quantità, per le famiglie numerose dell'epoca.
Adrara San Rocco annovera tra i suoi gioielli alcune belle chiesette, una delle quali è la piccola chiesa dell’Annunciata al “Forno” che ha avuto origine nella prima parte del secolo scorso.
I vecchi sentieri del paese sono costellati da edicole votive, molte delle quali recentemente restaurate e riportate ad originaria bellezza: “santelle” che sono il frutto della devozione e della tradizione popolare. Una di queste, dedicata al Santo delle cause impossibili San Giuda Taddeo (waypoint “SGIUDA”), è situata a circa 30 metri dalla chiesetta, raggiungibile percorrendo il vialetto alla sinistra della chiesetta stessa.
La chiesetta, sempre aperta tutto l'anno grazie alla paziente collaborazione di volontari, è molto conosciuta da credenti e devoti locali, che non dimenticano mai di accendere una candela a Maria e dedicare una preghiera a San Giuda Taddeo, al quale ci si rivolge quando “le si è proprio tentate tutte” e si ha perso ogni speranza.
Nella piazzetta, su una casa del XVII secolo recentemente restaurata (waypoint “FRESCO”), sono visibili due affreschi di epoche diverse, uno dei quali rappresentante San Rocco ed uno la Vergine col Bambino ed alcuni Santi.

 
< Prec.